Cosa fare per eliminare odore e macchie di sudore

Il caldo, lo stress, l’attività fisica sono tutti fattori che stimolano la sudorazione; il sudore, si sa, lascia aloni, macchie e soprattutto cattivi odori. Lavare i capi in lavatrice o portarli in lavanderia è la soluzione più pratica, ma esistono anche mezzi più “naturali” per eliminare i cattivi odori e le macchie di sudore, per questa attività casalinga non è necessario rivolgersi ad una impresa di pulizie, anche se non è da escludere la possibilità di includere nel contratto anche il servizio di lavanderia (qualche impresa di pulizie a Roma, per esempio, lo prevede).

Quali sono i metodi per rimuovere macchie e odore di sudore

Il bicarbonato è l’alleato più efficace della casalinga “green” e, infatti, per togliere il sudore dalle giacche è sufficiente proprio il bicarbonato: basta lasciar asciugare la giacca, tamponare l’alone con un panno bianco imbevuto di acqua e bicarbonato e risciacquare solo con acqua.
In genere, per rimuovere aloni e odori di sudore dalla maggior parte dei tessuti è sufficiente effettuare un lavaggio in lavatrice a basse temperature spruzzando il tessuto con uno sgrassatore prima del lavaggio. Al posto dell’ammorbidente, è meglio utilizzare l’aceto in fase di risciacquo perché l’aceto disinfetta, rimuove gli odori, ravviva il colore e soprattutto non forma schiuma. Per un risultato impeccabile si aggiunge del bicarbonato al detersivo. Alcune massaie utilizzano l’ammoniaca, versandola direttamente sull’alone di sudore con risultati soddisfacenti.
Ma cosa succede se l’odore persiste anche dopo il lavaggio? In questo caso si può rimediare con la seguente “ricetta della nonna”: versare in una bottiglia a spruzzo 800 ml di alcol, 1 tazzina da caffè di detersivo per piatti, 50 ml di aceto bianco. Spruzzare la soluzione sugli indumenti, lasciare agire per circa 20-30 minuti e lavare in lavatrice.
Per eliminare il sudore dalle maglie di cotone, il metodo più efficace è quello di strofinare sulle parti da pulire una spugna imbevuta di ammoniaca e acqua oppure una spugna imbevuta di acqua e aceto bianco o acqua e limone. Si lascia agite per un’ora abbondante prima di lavare il capo. Per i capi in lana o seta e per quelli delicati in genere, si tampona la zona con una spugna imbevuta di una soluzione a base di acqua ossigenata e aceto.
Un buon metodo per prevenire le macchie di sudore o per lo meno per evitare di peggiorare la situazione è bene non utilizzare deodoranti contenenti alluminio che a contatto con il sudore contribuiscono a ingiallire i capi.
Se tutti questi consigli non ti sembrano né pratici, né facili, né attuabili, allora vale proprio la pena andare in lavanderia o rivolgersi ad una buona impresa di pulizie come La Lucciola per un servizio completo e soddisfacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *