Come organizzare una mostra fotografica

La fotografia viene considerata uno degli strumenti più rivoluzionari della storia, poichè grazie all’introduzione della rappresentazione dell’immagine, ha cambiato completamente la concezione del tempo e dello spazio, attraverso il particolare processo di scrittura di luce.

Per questo settore sono stati molto importanti gli sviluppi che si sono avuti nel campo ottico e in quello della chimica, dove grazie all’introduzione di sostanze fotosensibili si è resa possibile la riproduzione delle immagini.
Il primo, che ha applicato queste tecniche, è stato il francese Joseph Nicephore Niepce, che viene considerato da molti il padre della fotografia, nonostante le numerose evoluzioni avute da questa arte nel corso del XIX secolo.
Oggi, nonostante l’avvento di altri mezzi di comunicazione, la fotografia continua ad avere un grande successo e appeal sulle persone, nonostante siano in parte cambiati gli strumenti con cui si applica. Prima era solo la pellicola e lo sviluppo in camera oscura, oggi invece sono gli scatti effettuati da smartphone e compatte digitali. Per chi è appassionato e si diletta a fare fotografie e per chi desidera che un giorno l’hobby diventi una vera professione, il primo passo è quello di “condividere” i propri lavori non solo nel web attraverso i vari canali social, ma anche organizzando nella propria città una piccola esposizione. Vediamo i consigli suggeriti da le formiche Roma , originale location della capitale in cui spesso vengono organizzate delle mostre fotografiche.

Elementi fondamentali per una mostra fotografica

Quando si decide di organizzare una mostra fotografica ci sono degli elementi che sono fondamentali e vanno curati con particolare attenzione, per la perfetta riuscita dell’evento

I preparativi

Ogni buon fotografo che si rispetti è molto scrupoloso nei preparativi e sa che bisogna prestare attenzione a tutto: dalla location alla scelta delle foto da esporre per finire con la lista degli invitati.
Per quel che riguarda l’ambito prettamente fotografico è molto importante scegliere uno o più temi da presentare e raggrupparli in piccole sezioni, scegliendo poi quelle che sono le foto più belle da presentare e questo è un lavoro che porta via diversi mesi. Altrettanto importante è la modalità di esposizione ossia come le foto verranno presentate al pubblico, ma questa è una considerazione da fare in base al proprio estro, all’idea che si vuole dare alla mostra, al tipo di location scelta. Da non dimenticare è la didascalia descrittiva accanto ad ogni foto….racconterà di voi, della foto stessa e coinvolgerà il visitatore nella storia che c’è dietro ogni scatto.

La location

La scelta della location è molto importante e richiede tempo, visto che il fotografo deve andare in giro a visionare dal vivo i vari luoghi, cercando di trovare un posto che abbia la luce e gli spazi giusti e un buon prezzo. Una volta fatta una selezione accurata sarà necessario prendere contatti con i proprietari e accordarsi su modalità, costi e dettagli. Oggi le soluzioni, soprattutto nelle grandi città, sono molteplici vista la varietà di location anche molto diverse tra loro, tra queste il classico locale, l’ex edificio industriale, il negozio di fotografia con annessa sala per le esposizioni o le piccole gallerie artistiche che offrono questo servizio.

L’esposizione

Finalmente arriva il giorno tanto atteso: la mostra! Potrete condividere gioia, orgoglio ed emozioni con amici, parenti, persone del settore che vi siete premuniti di invitare. Se il budget ve lo consente sarebbe un plus preparare e raccogliere in un piccolo libro tutte le foto esposte, farne stampare qualche copia da regalare o vendere ai partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *