Come leggere i tarocchi Egiziani

I tarocchi egiziani sono un misto di arti divinatorie completamente diverso come la numerologia, l’interpretazione degli astri e le visioni. I tarocchi egiziani risultano tra i più interessanti perché ai vari simboli si aggiungono i vari geroglifici. Non si conoscono le vere origini dei tarocchi egiziani. La teoria che li vede presenti già nell’Antico Egitto, non trova sufficienti conferme, ma anzi viene smentita da alcuni elementi tra cui la totale assenza dei simboli tipici della tradizione egizia nei tarocchi presenti nel bacino del Mediterraneo.

Tutto porta a pensare, quindi, che i tarocchi egiziani siano, in realtà, nati a fine ottocento in un periodo chiamato successivamente “egittomania” cioè caratterizzato da una ritrovata passione per la cultura antica di quel paese. I tarocchi egiziani sono famosi per essere, secondo molti, le più potenti carte di predizione esistenti, in grado di essere consultabili solo da veri esperti del settore. Sono settantotto gli arcani presenti nei tarocchi egiziani, tutti con un simbolo e significato diversi che rimandano all’antica cultura egizia. La lettura di ogni carta deve andare al di là del significato standard di ogni raffigurazione; il cartomante, infatti, può personalizzare la lettura secondo l’inconscio della persona che si trova davanti a sé.

Le carte prendono il nome di arcani per i significati esoterici e riservati a coloro che possiedono particolari capacità. Ecco gli arcani: Il Mago creativo La Sacerdotessa L’Imperatrice L’Imperatore il Gerarca, l’Indecisione, il Trionfo, la Giustizia L’Eremo , a Retribuzione. la Persuasione, l’Apostolato L’immortalità La Temperanza La PassioneLa Fragilità La Speranza Il Crepuscolo, l’Inspirazione, la Ressurezione, la Trasmutazione Il Ritorno L’Agricoltore La Tessitrice. L’Argonauta Arcano 26. Il Prodigio La cosa inaspettata L’Incertezza La Dimestichezza Lo Scambio. Gli Impedimenti La Magnificenza L’Alleanza. L’Innovazione La Desolazione L’Iniziazione L’ Arte e la scienza La Duplicità
Il testimone Il Presentimento L’Inquietudine La Preminenza L’Allucinazione Il Pensiero La Rigenerazione Il Patrimonio La Congettura La Consumazione La Versatilità L’Affinità L’Assistenza La Premeditazione Il Risentimento L’EsameLa Costrizione Il Pellegrinaggio La RivalitàLa Considerazione La Rivelazione L’Evoluzione La Solidarietà
La proscrizione La Comunione La Veemenza. L’Apprendistato La Perplessità L’Amicizia. La Speculazione Il Caso. La Cooperazione L’ Avarizia La Purificazione L’ amore e il Desiserio L’Offerta. La Generosità. Il Dispensatore Il Disorientamento. Il Rinascimento.

Fonte: http://smorfianapoletana.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *