Testare la sicurezza della propria wifi

L’antivirus sembra essere il primo alleato dell’utente informatico e del navigatore seriale. Ma… Non è la soluzione a tutti i problemi del web.
Ce n’è uno infatti, che l’antivirus non può rilevare: l’accesso al router.

Cosa succede se la mia connessione wifi non è sicura?

Un problema che può essere rilevato a causa di una mancata sicurezza della propria wifi, è quello di un’eccessiva lentezza della connessione internet, a causa di un uso eccessivo della banda. Questa infatti risulterà essere troppo “affollata” e non riuscirà a ricevere ed inviare dati in maniera adeguata.
L’utente non verificato che ha avuto accesso alla nostra rete potrebbe agire illegalmente scaricando contenuti protetti o accedendo a siti illegali.
L’accesso da parte di un utente indesiderato al nostro router, permette lui di accedere alla nostra LAN, la rete locale. Di solito questa è protetta con due parole chiave.
Le password che vengono date in dotazione con i router dei vari provider, rilasciano password che sono state calcolate per mezzo di un algoritmo che si basa sull’ESSID.
Basta quindi conoscere questo algoritmo per avere delle password di rete! E’ un’ipotesi non così comune, ma comunque probabile e sempre più diffusa.
Nei casi più gravi, si può essere spiati.

Quali sono i segnali da tenere sott’occhio per testare la sicurezza della wifi?

Un segnale, si sarà capito, del fatto che la nostra wifi potrebbe non essere sicura, è che internet potrebbe risultare più lento del normale.
In questo caso, sarebbe utile controllare se la velocità effettiva del router riportata sulla scatola, corrisponde a quella effettiva di utilizzo.
Questo lo si può fare con alcuni sofware presenti nella rete.
Ulteriore avvisaglia, la si potrebbe avvisare controllando se si sono verificate delle modifiche nella condivisione dei file o se sono presenti nuovi dati nel registro delle connessioni.
Un ultimo segnale, inconfondibile, dell’accesso da parte di un utente non autorizzato: le bollette più salate.

Cosa fare per testare la sicurezza della propria wifi?

Se si sono verificati una o più delle eventualità sopra riportate, probabilmente la vostra wifi non è sicura.
Per prima cosa si dovrà procedere al controllo di tutti i dispositivi che vengono associati al nostro router.
Si possono verificare i dispositivi associati andando su Start> Impostazioni di rete su Windows e guardando le tipologie del dispositivo connesso.
Un altro tipo di verifica può essere fatto accedendo al router per vedere direttamente i dispositivi collegati.
Per fare quest’operazione si deve aprire un normale browser, tipo Chrome, e digitare l’indirizzo IP del gateway, cosi da avere accesso al pannello di controllo del router. L’IP del router si ottiene andando su Start> Programmi> Accessori e digitando “ipconfig”.
In molti casi si trova l’IP scritto sullo stesso router vicino all’username e alla password usati dall’utente.
Se siete l’unico dispositivo collegato, il vostro dovrebbe risultare l’unico IP connesso al router. Se ne trovate altri, invece, vuol dire che c’è un utente non autorizzato connesso al vostro router.

Cosa fare per proteggere la connessione

La prima cosa da fare per proteggere la rete wireless è quella di impostare una password WPA o WPA2 che risulti difficile, ovvero componendo una stringa di 12/15 caratteri che abbia lettere maiuscole, minuscole e numeri.
I router più vecchi di 5 anni, inoltre, dovrebbero essere aggiornati per quanto riguarda la sicurezza dei protocolli.
Ci sono anche siti on line che con un quick test riescono ad analizzare la situazione della vostra connessione sulle porte aperte e sulla privacy. WPA Tester è invece l’applicazione intuitiva ed efficace che vi permetterà di testare la sicurezza della vostra connessione internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *