Pulizie di primavera, cosa fare per pulire le maniglie d’ottone e il parquet?

Cari lettori quando si parla di pulizie della casa… Ebbene sì, la primavera è arrivata da poco più di due settimane e per molte donne è giunto il momento di far prendere aria alla casa e mettere in atto così le fatiche pulizie di primavera.

Dopo aver rivoltato casa sottosopra, probabilmente cambiato anche la disposizione dei mobili, lavato le tende è pulito ogni singolo oggetto che si trova posizionato nei propri mobili ciò che resta sono solo le maniglie delle porte spesso realizzate in materiale come l’ottone. In questo articolo oggi vi spiegheremo alcuni piccoli trucchi per poter effettuare la pulizia delle maniglie in modo veloce, ma non solo perché mi sveleremo anche alcuni trucchi per poter pulire rapidamente anche il parquet delle vostre case.

Come pulire le maniglie in ottone?

L’arredamento della casa spesso rispecchia l’anno di riferimento, ovvero se ci troviamo in un appartamento arredato è realizzato negli anni 90 possibilmente le porte realizzate con un materiale diverso da quello degli anni 80, e perché no anche del 2000. Una cosa comune alle case è rappresentata dalle porte dove le maniglie molto spesso vengono realizzate in ottone, senza badare in che paese sono state acquistate e come vengono messe all’interno delle abitazioni.

Quanto detto viene dettato dal fatto che è l’ottone è sempre stato uno dei materiali considerati a basso costo, è molto più resistenti all’usura del tempo quindi al fatidico tocco della mano. Ma come abbiamo accennato all’inizio del nostro articolo è giunto il tempo della primavera e quindi il tempo delle grandi pulizie casalinghe, dunque la fatidica domanda: Come pulire le maniglie d’ottone? Innanzitutto facciamo una piccola premessa dato che questo è una lega di rame e zinco, che tenda opacizzarsi appunto con l’esposizione all’aria è il tocco continuo della mano. Sono diversi i siti internet che raccontano di metodi invio per poter pulire le maniglie d’ottone, come ad esempio la miscela realizzata con sale e aceto all’interno di una bacinella con acqua calda, dove è possibile aggiungere anche succo di limone e farina. Ma nel caso in cui non siete fanatici della preparazione di composti biologici per pulire le vostre maniglie in ottone potete tranquillamente recarvi nel vostro ferramenta di fiducia e chiedere un prodotto adatto al vostro fine, ovviamente potete ordinarli anche su internet o chiedere ai siti delle attività di riferimento come quella della Tecnoferr.

Come pulire il parquet?

Per molte casalinghe il dilemma è rappresentato dal parquet, nel momento in cui si ristruttura una casa o si realizza in toto il desiderio di avere questo con al posto del pavimento è un qualcosa di inspiegabile… In un certo qual modo il parquet riesce a donare quel calore, oltre che un tocco in più all’arredamento quasi in perfetto stile americano. Ma finiti i primi tempi relativi alla bellezza del parquet cominciano quelli riguardanti le problematiche della manutenzione: Come pulire il parquet? È inutile negare che esistono diversi rimedi naturali su come poter pulire appunto il parquet, alcuni siti web addirittura consigliano una soluzione fatta da acqua e aceto.  Differentemente i professionisti del settore che vengono installare il parquet in casa vostra cercando di indirizzarvi verso una ferramenta e chiedere quale sia il prodotto più adatto alle vostre esigenze. Ovviamente tenete sempre conto che la pulizia del parquet è determinata dal tipo di legno con cui questo è realizzato, si può passare da alcune soluzioni più aggressive a soluzioni invece molto delicate e con un aspetto green. Nel momento in cui scegliete di rivolgermi a una ferramenta di riferimento, come potrebbero essere ad esempio la Tecnoferr, Provate a chiedere un sopralluogo di un esperto che possa consigliarvi il detersivo più ingiusto e quindi meno aggressivo per la manutenzione del vostro parquet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *