Casa, cosa fare per pulirne una nuova

Riuscire ad avere una casa di proprietà e soprattutto nuova, magari dopo anni di duri sacrifici e lavoro, rappresenta il sogno di tante famiglie. Una volta acquistata, non si vede l’ora di andare ad abitarci, tuttavia si pone il problema della sua pulizia. E’ possibile chiamare e farsi aiutare da qualche impresa di pulizie a Roma o di un’altra località, come ad esempio La Lucciola presente nella Capitale, oppure rimboccarsi le maniche e fare tutto da sé.

In quest’ultima ipotesi, il lavoro non sarà semplice e porterà via un po’ di tempo. Si avrà bisogno di tanta pazienza, strumenti adatti e magari anche di una bella giornata di sole, in modo da permettere di poter far arieggiare bene e velocemente i diversi locali. Andiamo a scoprire quindi i passaggi salienti ed importanti, per poter pulire un bell’appartamento nuovo e renderlo accogliente e confortevole per una famiglia.

Le pulizie per togliere la polvere ed eventuali residui

La prima operazione da effettuare è quella di spazzare via ed eliminare la polvere che nel frattempo si sarà accumulata nei vari locali e gli eventuali residui di pittura o piccoli calcinacci lasciati dai lavori effettuati. Muniti di guanti, raccoglitori adeguati e soprattutto una scopa, si comincia a passare quest’ultima nelle diverse sale. Una volta raccolti i residui più consistenti ed inseriti negli appositi sacchi, si spazza via la polvere.

Terminata questa operazione, si passa all’eliminazione di eventuali tracce di pittura. In tal caso, si dovrà utilizzare un prodotto specifico, che possa essere molto efficace da cancellarle, ma non troppo forte da arrecare problemi alle superfici maggiormente delicate. Si deve comunque ricordare di utilizzare i guanti, nel caso in cui si maneggino prodotti chimici o detersivi, soprattutto se particolarmente forti.

Lavare ambienti, pavimenti e finestre

La terza fase consiste nel lavare finestre e piastrelle. Per le prime si possono usare un comune detergente per vetri ed un panno morbido, magari in microfibra, da passare. Per quanto riguarda le piastrelle, invece, si deve porre attenzione al materiale con cui sono fatte, sia per ottenere una pulizia più efficace che per evitare l’uso di prodotti non adatti e potenzialmente dannosi. Si consigliano quindi dei detergenti specifici, da far agire per alcuni minuti e poter poi lavare con un panno umido.

Stesso trattamento per quanto riguarda i sanitari. Essi devono essere lavati con molta attenzione, ma in modo tale da ottenere una pulizia ed un’igiene approfondita ed accurata. Discorso a parte meritano poi i pavimenti. In base alle loro diverse tipologie, dal legno al marmo o alla ceramica, si dovranno lavare con prodotti adeguati e soprattutto specifici per ciascun materiale. Da diluire in acqua e poi passare con un panno. Una volta lavati i pavimenti, non resta che far asciugare e arieggiare i vari ambienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *