Come scegliere il proprio fotografo per matrimonio

Quando si pianifica un matrimonio si devono passare in rassegna numerosi fornitori e selezionare tanti particolari. Tra questi vi è a anche il fotografo di matrimonio, un tipo di fornitore che gli sposi devono valutare con particolare attenzione, non solo per la spesa economica ma anche perchè a questo professionista spetta il compito di rendere memorabili i momenti più importanti della cerimonia. In questo articolo vedremo alcuni consigli per trovare il fotografo giusto per voi.

Per prima cosa cominciate selezionando alcuni fotografi che vi piacciano a livello di stile e che operano nell’area in cui vi sposerete.

Per quanto riguarda la scelta di un fotografo di matrimonio in base a quello che è lo stile del professionista, gli stili tra i quali si può spaziare sono molti. Ci sono quelli che amano il bianco e nero, quelli che amano dare ai propri scatti un tocco vintage, ci sono poi ancora gli esperti del fotoritocco e quelli che invece ritoccano le foto giusto lo stretto indispensabile. O ancora ci sono gli esperti dei ritratti e coloro che, seguendo uno stile fotogiornalistico possono definirsi fotoreporter di matrimonio.

Selezionate al massimo 3-4 nominativi e contattateli per richiedere un preventivo personalizzato. Una volta ricevuti come si suol dire scremateli in modo da trovare le migliori quotazioni in base a quello che è il cosiddetto rapporto qualità-prezzo. Una volta valutato l’aspetto prettamente economico potete passare all’organizzazione degli incontri conoscitivi. Gli incontri conoscitivi sono estremamente importanti poiché ci aiutano a capire se la persona che abbiamo davanti è il professionista giusto per noi, oltre che naturalmente chiarire alcuni aspetti del preventivo (quando riceverete le foto, costo dell’album di nozze ecc…)

L‘incontro conoscitivo vi aiuta anche a capire se la persona che avete di fronte è un fotografo professionista oppure un fotografo improvvisato o peggio ancora abusivo. Il fenomeno dei fotografi abusivi è tristemente conosciuto nel nostro paese e va a minare il mercato della fotografia professionale. Fortunatamente sono abbastanza facili da scoprire. I fotografi abusivi propongono preventivi oltre modo vantaggiosi e questo perchè non pagano le tasse ed ovviamente non dispongono di partita iva. Soprattutto quando gli si chiede delucidazioni sull’ammontare del preventivo, danno risposte vaghe e nebulose. Non di rado infine hanno un portfolio composto da scatti rubati dai siti di altri fotografi e ciò lo si può capire facendo attenzione alle differenze tra una foto e l’altra.

Se il primo impatto è positivo e la persona che avete davanti è quella giusta allora potete confermargli l’ingaggio informandovi su come versare il primo acconto. Contestualmente potete cominciare a fare tutte le domande del caso, infondo non vi sposate ogni giorno! Potete definire i dettagli tecnici e logistici, le dead line ed il programma del giorno delle nozze e così via…

Se tutti questi aspetti vi sono chiari e vi hanno aiutato a trovare un fotografo di matrimonio competente ed affidabile non vi rimane che mettervi nelle sue mani in piena fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *