Cosa fare per richiedere la disdetta Tiscali

I gestori di telefonia fissa o mobile sono sempre molto competitivi nelle loro offerte e gli utenti sono spesso tentati dal cambiare piano tariffario o gestore rincorrendo le offerte e le tariffe migliori. Quando si fa la disdetta telefonica bisogna, a volte, anche restituire gli apparecchi in dotazione, per esempio la disdetta Tiscali comporta la restituzione del modem Tiscali in comodato d’uso e quindi cancellare tutto quanto è stato fatto per la configurazione del modem Tiscali.

Disdetta Tiscali: tempi e costi

Per effettuare la disdetta Tiscali è necessario scaricare il modulo dal sito per la richiesta di cessazione. Dall’invio del modulo, occorre aspettare 30 giorni per portare a termine la procedura. Le bollette o qualsiasi altro servizio dovrà continuare ad essere pagato fino alla cessazione. È possibile effettuare la disdetta anticipata, prima della scadenza naturale del contratto già a partire dal quindicesimo giorno dalla stipula del contratto con le spese di disattivazione a proprio carico. Se, infine, si desidera disdire alla scadenza naturale del contratto, bisogna ricordarsi di inviare la richiesta di disattivazione almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto. Se non si rispettano i tempi, il rinnovo dell’offerta parte in automatico per ulteriori 12 mesi.

Relativamente ai costi, la disdetta anticipata comporta il pagamento delle spese comprese tra un minimo di 26€ a un massimo di 70 €. La variabilità dei costi dipende da vari fattori quali:

  • Tipologia di servizio – Fibra, Voce, ADSL;
  • Codice tecnologia, vale a dire gli ultimi tre numeri del codice di migrazione che si trova sull’ultima pagina della fattura;
  • Motivazioni della disdetta (passaggio al altro operatore, cessazione … ).

Tiscali richiede la restituzione degli apparecchi dati in comodato d’uso, come il modem. La mancata restituzione comporta il pagamento di una penale a seconda del tempo di possesso dell’apparecchio:

  • 20 € per quelli posseduti da oltre due anni;
  • 40 € per apparecchi in possesso da meno di 2 anni;
  • 60 € per gli apparecchi utilizzati da 1 anno o meno.

Cos’è la disdetta Tiscali per inadempienza?

È possibile disdire la linea telefonica Tiscali nel caso in cui risulti un’inadempienza da parte della compagnia; ciò può verificarsi quando la connessione risulta inefficiente rispetto alla banda minima garantita o vi sono palesi disservizi come la linea non funzionante. In questi casi, il diritto di recesso si manifesta tramite un reclamo formale all’operatore con la prova attestante il disservizio; poi, si dovrà procedere alla regolare procedura di disdetta compilando l’apposito modulo di disdetta per inadempienza o giusta causa.

Vi sono anche i casi in cui la disdetta può non essere accettata. Le situazioni che possono verificarsi sono sostanzialmente due:

  • La cessazione non è accettata perché l’utente è un cattivo pagatore o ha bollette arretrate da liquidare;
  • Il modulo di richiesta non è correttamente compilato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *