Come evitare la Cheratite da Acanthamoeba

Lenti a contatto morbide: una scelta vincente!

 

Le lenti a contatto morbide rappresentano una valida soluzione alternativa agli occhiali per compensare le anomalie visive di diverso tipo e gravità oltre che evitare fastidiose infezioni funginee.

Questi piccoli ma utilissimi dispositivi medici, permettono a chi li indossa, di correggere eventuali problemi di vista, offrendo comfort, libertà d’azione e un campo visivo più ampio rispetto ai classici occhiali.

In particolare le lenti quindicinali, dette anche bi-settimanali sono semplicissime da utilizzare.

 

Cosa sono e a cosa servono questo tipo di lenti?

 

Sono un tipo di lenti a contatto morbide disponibili sia in correzione positiva sia negativa. Possono essere indossate per due settimane e servono a correggere la maggior parte dei problemi visivi.

 

Manutenzione delle lenti a contatto e pulizia

 

cheratite da acanthamoeba i sintomi dell'occhioLe lenti a contatto morbide richiedono una manutenzione molto accurata e simile a quella da adottare per la maggior parte dei tipi di lenti a contatto.

Prima di tutto, occorre ricordare che vanno rimosse ogni sera dagli occhi e devono essere pulite quotidianamente con una soluzione adatta alle lenti a contatto morbide. Dopo questa operazione bisogna riporle nel porta lenti nel quale avrete messo un liquido specifico per la conservazione.

Questo liquido va cambiato ogni giorno. E’ molto importante ricordare che anche lo stesso porta lenti deve essere disinfettato spesso con la stessa soluzione utilizzata per le lenti e con nessun altro liquido!

 

Il corretto utilizzo delle lenti a contatto morbide per evitare infezioni

 

Il deposito di proteine sulle lenti, che di solito è considerevole nelle lenti a contatto permanenti o mensili, è in questo caso inferiore e questo si traduce in una comodità maggiore e di conseguenza le lenti quindicinali si riescono a indossare senza particolari problemi per diverse ore.

Altro vantaggio da non trascurare è il prezzo del dispositivo che è notevolmente inferiore a quello delle lenti a contatto permanenti.

A livello di comfort rappresentano il top, regalando l’impagabile sensazione di non sentirle mentre sono indossate.

E’ necessario seguire tutte le istruzioni per una corretta manutenzione e utilizzo delle lenti a contatto morbide al fine di evitare spiacevoli infezioni come la acanthamoeba e/o danni alla superficie corneale che comporterebbero gravi danni all’occhio talvolta irreversibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *